Comune di Bomporto

Comune di Bomporto

Salta la navigazione





Emergenza sisma: edifici rurali collabenti prima del terremoto

Sul caso degli edifici rurali collabenti prima del terremoto, l'Assessore regionale Tiberio Rabboni si è così espresso: "

 I finanziamenti  per la ricostruzione possono andare  a fienili, magazzini e altri edifici rurali utilizzati dall’impresa agricola, anche senza allacciamento ad  acqua ed elettricità, purchè con requisito di sicurezza statica.  L’assessore regionale all’agricoltura Tiberio Rabboni sgombra il campo dai dubbi di interpretazione delle ordinanza commissariali  in materia.
“Innanzitutto devo ribadire – spiega Rabboni – che  la norma nazionale che disciplina gli aiuti alle strutture produttive si propone esclusivamente la ricostituzione delle condizioni preesistenti al terremoto.  Pertanto tutte le ordinanze commissariali hanno puntato a garantire il contributo per la riparazione o la ricostruzione dei fabbricati strumentali alle attività produttive che erano tali alla data del sisma o nei 36 mesi precedenti. Se gli immobili  erano accatastati come collabenti prima del sisma, oppure fatiscenti, insicuri e degradati per mancata o carente manutenzione, e quindi non utilizzabili a fini produttivi, non possono essere ammessi a contributo. Sono esclusi dal contributo quindi gli immobili che alla data del sisma non erano di fatto agibili in quanto non in possesso di requisiti di sicurezza statica o di condizioni igienico-sanitarie  per ospitare i lavoratori. Nel caso invece dei fabbricati rurali, utilizzati dall’impresa agricola (quali ad esempio fienili, magazzini, casello, ecc.) è evidente che l’utilizzabilità è assicurata dalla presenza del solo requisito della sicurezza statica. Il che significa che anche senza connessioni con le reti idropotabili o elettriche il finanziamento è dovuto”.
Diverso il caso degli edifici non utilizzati dall’impresa agricola e destinati ad usi diversi da quelli produttivi. “In questo caso – spiega ancora Rabboni -  il finanziamento è subordinato alla dimostrazione di fornitura elettrica o idrica. L’agibilità e l’utilizzabilità di tali edifici dovrà essere dichiarata dal tecnico con perizia, debitamente documentata,  asseverata se non produttiva e invece giurata se produttiva".

 

 

Servizio Commercio e Promozione del Territorio

Via per Modena, 7 – 41030 Bomporto (Mo)

tel. 059-800711
fax. 059-818033
e-mail: luca.verri@comune.bomporto.mo.it
referenti:
Luca Verri

orari:
Lunedi: 08:30 - 13:00
Martedi: CHIUSO
Mercoledi: 08:30 - 13:00 / 14:30 - 16:45
Giovedi: 08:30 - 13:00 / 14:30 - 17:15
Venerdi: CHIUSO
Sabato: 08:30 - 13:00

Primo inserimento del 07/12/2013 -- Ultimo aggiornamento del 07/12/2013 ore 08.31 -- N° visioni: 1.220 - Stampa


Torna su


Sei il visitatore n° 6.798.333 - Totale utenti attualmente collegati: 120

Strumenti per la lettura: Visualizza il testo a caratteri normali Visualizza il testo a caratteri grandi Visualizza il testo ad elevato contrasto Visualizza il testo senza grafica

Ultimo aggiornamento: Giovedì, 22 Agosto 2019 ore 16.23

Stemma del Comune di Bomporto
Comune di Bomporto
Via Per Modena, 7 - 41030 Bomporto (MO)
Tel. 059 800 711 - Fax 059 818 033
Posta elettronica certificata: comunedibomporto@cert.comune.bomporto.mo.it
Partita IVA 00662760362 - Codice Fiscale 00662760362

Coordinate bancarie del Comune di Bomporto
Servizio Tesoreria Bomporto: Banca Popolare dell'Emilia Romagna: IT64 X 05387 66660 000000489695
Tesoreria unica presso Banca d'Italia: n.183121
Codice univoco di fatturazione UF3F4F

Privacy - Note legali

© 2005-2019 Comune di Bomporto - Sito realizzato con stile e criterio da Aitec.it

Amministrazione Trasparente

Comune di Bomporto - Torna alla pagina iniziale Unione del Sorbara Comune di Bastiglia Comune di Nonantola Comune di Ravarino