Comune di Bomporto

Comune di Bomporto

Salta la navigazione





Il progetto “Casa della Legalità” a Sorbara

Da sempre il Comune di Bomporto, insieme ai Comuni del Distretto di Castelfranco Emilia (Bastiglia, Bomporto, Castelfranco E., Nonantola, Ravarino e San Cesario sul Panaro), è impegnato nella promozione della legalità quale strumento al contrasto della criminalità organizzata presente sul territorio. La scorsa primavera, con l’arrivo sul territorio del Comune di Bomporto di un personaggio di spicco del clan dei Casalesi, l’Amministrazione ha cercato di sensibilizzare Autorità, Istituzioni e società civile per scongiurarne la permanenza, come sorvegliato speciale, al fine di provvedere al più presto al suo trasferimento, per evitare la riorganizzazione delle attività del clan su Bomporto e sui Comuni limitrofi, recentemente decapitata grazie all’arresto di alcuni personaggi chiave che risiedevano all’interno del territorio del Distretto.
L’azione immediata dell’Amministrazione, relativamente a questo episodio, nasce dalla consapevolezza che la legalità non vada semplicemente fatta rispettare, ma sia anche insegnata e trasmessa alle giovani generazioni e agli adulti, resa concreta, spiegata e condivisa con il mondo produttivo e sindacale, con l’intera società civile, in modo che la certezza del diritto e la sicurezza possano essere garantite a tutti i livelli.
Per questa ragione si è pensato di fondare una “Casa della Legalità” proprio a Sorbara. Essa non è solamente un luogo fisico, ma un modo di vivere il territorio mettendo al centro i valori fondamentali che hanno reso grande la nostra Regione, vivendoli nella quotidianità del lavoro, dello studio, dello stare assieme. La “Casa della Legalità” vuole essere un punto di riferimento per le Istituzioni, i cittadini, la società civile, indipendentemente dai soggetti che contribuiranno alla sua realizzazione. Inoltre essa vuole essere un’antenna capace di cogliere quei segnali di attenzione e di allarme, che rischiano di passare in secondo piano in una società sempre più individualista e distante dal senso della comunità. Il progetto si pone come finalità generali l’educazione a una cultura della legalità, la promozione e la diffusione di comportamenti corretti, di rispetto e solidarietà civili, libertà e uguaglianza, la promozione dell’impegno sociale e il contrasto di ogni atteggiamento di prevaricazione, violenza, indifferenza.
 

Puntata del Tg d'Area dedicata

Servizio Commercio e Promozione del Territorio

Via per Modena, 7 – 41030 Bomporto (Mo)

tel. 059-800711
fax. 059-818033
e-mail: luca.verri@comune.bomporto.mo.it
referenti:
Luca Verri

orari:
Lunedi: 08:30 - 13:00
Martedi: CHIUSO
Mercoledi: 08:30 - 13:00 / 14:30 - 16:45
Giovedi: 08:30 - 13:00 / 14:30 - 17:15
Venerdi: CHIUSO
Sabato: 08:30 - 13:00

Primo inserimento del 29/12/2011 -- Ultimo aggiornamento del 18/01/2012 ore 10.26 -- N° visioni: 2.307 - Stampa


Torna su


Sei il visitatore n° 7.083.704 - Totale utenti attualmente collegati: 166

Strumenti per la lettura: Visualizza il testo a caratteri normali Visualizza il testo a caratteri grandi Visualizza il testo ad elevato contrasto Visualizza il testo senza grafica

Ultimo aggiornamento: Venerdì, 6 Dicembre 2019 ore 14.33

Stemma del Comune di Bomporto
Comune di Bomporto
Via Per Modena, 7 - 41030 Bomporto (MO)
Tel. 059 800 711 - Fax 059 818 033
Posta elettronica certificata: comunedibomporto@cert.comune.bomporto.mo.it
Partita IVA 00662760362 - Codice Fiscale 00662760362

Coordinate bancarie del Comune di Bomporto
Servizio Tesoreria Bomporto: Banca Popolare dell'Emilia Romagna: IT64 X 05387 66660 000000489695
Tesoreria unica presso Banca d'Italia: n.183121
Codice univoco di fatturazione UF3F4F

Privacy - Note legali

© 2005-2019 Comune di Bomporto - Sito realizzato con stile e criterio da Aitec.it

Amministrazione Trasparente

Comune di Bomporto - Torna alla pagina iniziale Unione del Sorbara Comune di Bastiglia Comune di Nonantola Comune di Ravarino