Comune di Bomporto

Comune di Bomporto

Salta la navigazione





Studio di fattibilità per la predisposizione di un Progetto di Riorganizzazione Sovracomunale relativo ai Comuni di Bomporto e Bastiglia

L’architettura e la disciplina normativa degli Enti Locali in Italia hanno subito, specie in tempi recenti, diversi stravolgimenti in nome di un processo di razionalizzazione dei livelli di governo del territorio e delle risorse ad essi riferibili.

Tra questi livelli di governo, il sistema comunale è quello che sta attraversando diverse difficoltà, in quanto, pur rappresentando la cosiddetta “prima linea dello Stato” rispetto ai cittadini, si trova a fronteggiare sia riduzioni in termini di risorse che vincoli stringenti legati all’impiego di quelle esistenti.

Nell’ambito del generale processo di revisione della spesa pubblica, gli Enti regionali hanno dato attuazione alle disposizioni statali, dotando i Comuni di strumenti, legislativi e finanziari, in materia di Unioni e Fusioni di Comuni allo scopo di migliorare l’efficienza delle amministrazioni locali per garantire, non soltanto, risparmi di spesa ma, soprattutto, l’adeguatezza dell’esercizio dei servizi pubblici in relazione ai bisogni territoriali.

Nel novero di tali strumenti, rientrano gli studi di fattibilità, come il presente documento, per i processi di sviluppo volontario di forme avanzate di integrazione fra Amministrazioni Comunali.
La logica sottesa a questo tipo di Studi non è solo quella di poter individuare le modalità di continuità operativa dei servizi erogati, ma anche una valutazione di un adeguato dimensionamento degli Enti locali nel nuovo contesto politico-economico.

Al di là degli aspetti tecnici – ai quali è dedicato lo Studio – è del tutto naturale che tali processi di fusione si possano scontrare con resistenze, più o meno fondate, che coinvolgono diverse sfere dell’opinione pubblica. Tra queste, le ragioni identitarie, spesso, svolgono un ruolo determinante sia in un verso che nell’altro: la fusione è vista, infatti, a volte, come una perdita dell’identità territoriale, altre volte come un’occasione di recuperare la stessa.

Per queste ed altre motivazioni è alla cittadinanza che viene rimessa la decisione circa la fusione, tuttavia, senza aver la pretesa di fornire un quadro esaustivo, nel caso di specie è innegabile che i territori che corrispondono ai Comuni di Bomporto e di Bastiglia sono storicamente legati da un destino congiunto, destino che abbraccia, inevitabilmente, anche i territori afferenti ai Comuni di Nonantola e Ravarino, come l’attuale Unione Comuni del Sorbara testimonia.

Le vie d’acqua hanno, da almeno sei secoli, offerto alle popolazioni della zona una peculiare corsia preferenziale per instaurare relazioni non soltanto economiche, ma anche culturali. La costruzione delle conche e dei mulini, proprio a Bastiglia e Bomporto, seppur in epoche diverse, ha permesso il collegamento della Città di Modena con l’Adriatico, ampliando le possibilità relazionali dei territori attraversati dal canale Naviglio e dal Panaro e rappresentando uno snodo imprescindibile dei commerci dei Ducato Estense.

Il legame con l’acqua non ha rappresentato soltanto ricchezza ed apertura culturale, ma, sfortunatamente, ha, ancora una volta, unito i destini dei due Comuni e delle rispettive popolazioni che solo due anni fa si sono trovati a fronteggiare un’alluvione particolarmente disastrosa che ha determinato la piena del Secchia e la rottura dell’argine destro, sommergendo, di fatto, entrambi i territori di Bastiglia e Bomporto, creando oltre un migliaio di sfollati e causando la morte di una persona. Questo evento nefasto è stato preceduto anche dal Sisma dell’Emilia del 2012 che, specie a Bomporto, ha causato ingenti danni procurando l’inagibilità di oltre un centinaio di abitazioni e di circa 400 sfollati.

Si è deciso di ricordare questi eventi perché inevitabilmente hanno condizionato l’analisi che segue, specie sotto il profilo finanziario, andando a costituire un unicum difficilmente comparabile con altre realtà, per quanto simili sotto il profilo geografico e demografico.

In allegato sono disponibili i documenti per completezza d'informazione.

Primo inserimento del 03/01/2017 -- Ultimo aggiornamento del 03/01/2017 ore 16.22 -- N° visioni: 859 - Stampa


Torna su


Sei il visitatore n° 4.776.330 - Totale utenti attualmente collegati: 117

Strumenti per la lettura: Visualizza il testo a caratteri normali Visualizza il testo a caratteri grandi Visualizza il testo ad elevato contrasto Visualizza il testo senza grafica

Ultimo aggiornamento: Martedì, 21 Novembre 2017 ore 12.39

Stemma del Comune di Bomporto
Comune di Bomporto
Via Per Modena, 7 - 41030 Bomporto (MO)
Tel. 059 800 711 - Fax 059 818 033
Posta elettronica certificata: comunedibomporto@cert.comune.bomporto.mo.it
Partita IVA 00662760362
Privacy - Note legali

© 2005-2017 Comune di Bomporto - Sito realizzato con stile e criterio da Aitec.it

Amministrazione Trasparente

Comune di Bomporto - Torna alla pagina iniziale Unione del Sorbara Comune di Bastiglia Comune di Nonantola Comune di Ravarino